Mercato secondario: nuove features per una compravendita più trasparente

Il mercato secondario è uno spazio che EvenFi ha ideato per consentire agli investitori di scambiare, vendere o acquistare gratuitamente quote di progetti già finanziati sul Marketplace della piattaforma.

Come si evince dalle statistiche relative alle performance del primo quadrimestre del 2022, si tratta di uno strumento molto apprezzato e utilizzato dagli utenti di EvenFi, tanto che il valore delle transazioni avvenute al suo interno ammonta attualmente a ben sei milioni di euro.

Le motivazioni che spingono gli investitori ad acquistare o vendere quote di progetto sul mercato secondario sono molteplici.

Per molti nuovi iscritti alla piattaforma, ad esempio, il mercato secondario rappresenta un modo per diversificare il proprio portafoglio, acquistando quote di progetti sui quali non hanno potuto investire. Altri, invece, lo utilizzano perché necessitano di vendere vecchi prestiti, al fine di reinvestire il proprio capitale in nuovi progetti o di utilizzare diversamente la liquidità ottenuta.

Libero scambio in libero spazio

Ciò che occorre tener presente quando si utilizza uno strumento come il mercato secondario è che si tratta fondamentalmente di uno spazio di scambio libero. Infatti, benché sia di fatto inglobato nella piattaforma, al suo interno avvengono liberi scambi fra privati, vale a dire scambi sui quali EvenFi non interferisce.

Gli utenti di EvenFi, ad esempio, sono liberi di liquidare i propri investimenti anche “a premio”, vale a dire con un prezzo maggiorato rispetto al loro valore effettivo, oppure a “sconto”, cioè a prezzo ridotto. Ciò perché necessitano di liquidità in tempi brevi, oppure intendono liquidare progetti specifici, magari relativi ad aziende che, per problemi di flussi di cassa o imprevisti di vario tipo, hanno effettuato con ritardo il pagamento delle rate previste dal proprio progetto.

Va da sé che, proprio perché si tratta di un libero spazio di scambio, all’interno del mercato secondario è possibile imbattersi in forme di speculazione più o meno sistematica o acquistare involontariamente progetti con uno storico poco lineare.

Nuove features per una compravendita più trasparente

Per consentire agli investitori di avere una visione chiara e trasparente dei prodotti che andranno ad acquistare sul mercato secondario, la piattaforma di EvenFi ha messo a disposizione tre nuove features.

La prima novità è la funzione "price %". Si tratta di un vero toccasana per gli affari degli investitori, soprattutto per quanto riguarda la compravendita di progetti a sconto o a premio. Infatti, attraverso questa opzione gli utenti possono visualizzare immediatamente la percentuale di differenza tra il prezzo di vendita di un progetto e il capitale messo in vendita.

La seconda riguarda invece il filtro in grado di far individuare immediatamente i progetti in vendita a sconto. Grazie a questo filtro, chiunque abbia intenzione di diversificare il proprio portafoglio approfittando delle offerte più convenienti può effettuare le proprie ricerche in maniera semplice e veloce.

La terza e ultima novità è invece connessa alla possibilità di vendere progetti che hanno previsto o prevedono ritardi nei pagamenti. Sul mercato secondario, infatti, è adesso disponibile un filtro in grado di informare gli utenti sui prestiti in vendita che risultano in ritardo o hanno accumulato dei ritardi nel loro storico.

In questo modo, gli utenti interessati ad acquistare – magari a sconto – questa tipologia di prestiti, o semplicemente a individuarli, potranno ricercarli con maggiore facilità. Per converso, chi non è più interessato a mantenerli nel proprio portafoglio, potrà essere libero di liquidarli senza per questo rischiare che altri utenti li acquistino in maniera non consapevole. Infatti, sia in fase di vendita che di acquisto di progetti in ritardo, comparirà un advertising che notificherà all’utente interessato lo stato del progetto.

Attenti a chi specula!

Insieme a queste modifiche, EvenFi ha scelto di dare più visibilità ai ritardi all’interno della dashboard dei singoli utenti. Si tratta anche di un modo per limitare la speculazione: spesso, infatti, quest’ultima può tradursi in un tentativo di utilizzare il tema dei ritardi su alcuni canali per indurre gli utenti a liquidare a sconto i propri investimenti e acquistarli a un prezzo più conveniente.

In questo senso, se la possibilità di vendere progetti in ritardo rappresenta una soluzione per gli utenti che non sono più intenzionati a mantenerli nel proprio portafoglio, la scelta di dare visibilità ai ritardi all’interno della dashboard rappresenta un vero e proprio antidoto per limitare la speculazione. Grazie a questa linea, infatti, ogni investitore potrà guadagnare autonomamente una visione chiara e immediata sullo stato del proprio portafoglio, senza informarsi da chi potrebbe essere intenzionato a sollevare determinate problematiche al solo scopo di influenzare il mercato e ottenere un tornaconto personale.